Cerca
Close this search box.
Caligola

Il Frappato, un vino siciliano

  • Vino

Il Frappato

Il Frappato è un vino rosso siciliano, ricavato da un vitigno a bacca nera. Presente in tutte le zone della Sicilia, si hanno testimonianze a riguardo già dal 1600. Alcuni pensano che sia un vino autoctono, nato a Vittoria in provincia di Ragusa, ma altri danno credito all’idea che sia di origine iberica. Il nome “frappato” o “frappatu” richiama l’aroma fruttato, caratteristica principale di questo vino siciliano.

Insieme al Nero D’Avola, il Frappato contribuisce nella composizione del Cerasuolo di Vittoria, l’unico vino della Sicilia certificato Dopg. Al contrario del Nero D’Avola, che è un vino corposo e molto alcolico, il Frappato è un vino più leggero e più dolce.

Se fino a poco tempo fa la produzione di questo tipo di vino era seconda a quelli come il Nero D’Avola o gli altri vini forti e corposi, adesso la produzione di Frappato è aumentata. Il Frappato non viene più utilizzato solo come un vino d’accompagnamento per crearne altri (non solo il Cerasuolo di Vittoria ma anche lo spumante rosato o altri vini DOC), ma viene consumato nella sua purezza per gustarne appieno gli aromi delicati e fruttati.

Caratteristiche del vino

I grappoli delle viti di Frappato sono piramidali e di medie dimensioni, mentre gli acini sono di un colore intenso, ricoperti di abbondante pruina. La fioritura di queste viti avviene durante il periodo primaverile, ma la maturazione è molto lenta e la vendemmia si svolge quindi alla fine del mese di settembre. 

Il Frappato è di un colore rosso chiaro, quasi trasparente. È un vino dagli aromi fruttati, in particolare di frutti rossi, e floreali; allo stesso tempo, troviamo un gusto sapido che lo rende diverso da molti altri vini siciliani, con un sapore allo stesso tempo deciso e fresco.

Il suo sapore particolare permette di abbinarlo molto bene con formaggi e salumi o secondi di pesce.

Condividi su:
LILT

ti potrebbero interessare anche