Cerca
Close this search box.
Caligola
  • Home
  • News
  • Pasticceri e Pasticcerie d’Italia 2024: la Sicilia spicca anche nell’arte dolciaria

Pasticceri e Pasticcerie d’Italia 2024: la Sicilia spicca anche nell’arte dolciaria

  • News
Pasticceri e Pasticcerie d’Italia 2024

Continua a crescere la grande pasticceria italiana, con nuove insegne che entrano nella Guida del Gambero Rosso Pasticceri e Pasticcerie d’Italia 2024. Sono 650 le insegne incluse nell’edizione 2024, con 60 novità, distribuite su tutto il territorio nazionale, anche in Sicilia.

Pasticceri e Pasticcerie d’Italia 2024: le tre torte in Sicilia

Anche la Sicilia, regione ricca di storia e di tradizione, si conferma tra le regioni più apprezzate anche nell’arte dolciaria. A riprova di ciò, due le eccellenze che spiccano su tutte aggiudicandosi le ambitissime Tre Torte: il Caffè Sicilia di Noto, luogo in cui l’essenza della pasticceria siciliana viene sublimata ai massimi livelli con una straordinaria e infinita offerta di delizie irresistibili. Per non parlare dell’eleganza del sottozero in tutte le sue sfumature. 

Poi c’è Sciampagna a Palermo, dove tecnica ed estetica vanno a braccetto con sapori nitidi e di raro equilibrio, frutto di una tecnica magistrale. Imperdibile e molto intrigante il nuovo dolce a forma di fava di cacao, con mousse di cioccolato fondente 80%, pan di Spagna, cioccolato sifonato, polpa di frutta alla mucillagine di cacao, mandarino cinese e agrumi, che è valso alla pasticceria il Premio Speciale come Migliore Dolce al Cioccolato.   

A ricevere il Premio Speciale ICETEAM 1927 come Migliore Pasticceria SalataCesare Gialdi – Délices à Emporter  di Catania che ha conquistato i catanesi con le eleganti e raffinatissime creazioni di grande impatto estetico e dal gusto squisitamente francese, arricchite con grande maestria dal tocco personale del pasticcere Cesare Gialdi. 

Tantissime, ben 31, le eccellenze siciliane che si sono distinte aggiudicandosi le Due Torte, di cui 5 primeggiano tra le Migliori Due Torte: Caffè Delizia di Bolognetta, la pasticceria che tutti vorrebbero sotto casa: curata e versatile grazie a una produzione dolce e salata caleidoscopica che soddisfa ogni pausa o occasione; e la Pasticceria Palazzolo di Cinisi, situata sulla strada principale di Cinisi, ha una sede pure dentro l’aeroporto che offre l’opportunità per i viaggiatori di fare scorta dei dolci pilastri della tradizione, interpretati magnificamente. 

Corsino 1868 di Palazzolo Acreide,dove la produzione di dolci e gelati non conosce battute d’arresto e si affianca alla piacevolezza della condivisione in uno spazio dedicato al book-sharing, al co-working e agli eventi culturali.  Da Cappello a Palermo finezza e gusto dei dolci di casa mettono in luce talento e padronanza della tecnica.  

L’Antico Caffè Spinnato di Palermo, è il locale che si sviluppa su diversi spazi: il panificio – dove è possibile trovare anche della pizza e della buona gastronomia – la sala da tè, la gelateria e la caffetteria-bar. 

I nuovi ingressi

Da segnalare anche 8 nuovi ingressi di cui 3 si sono fatti subito notare, entrando di diritto nella guida con Due Torte (*) già all’attivo:  

  • Frolla, Catania
  • Pasticceria Marrone, Favara (AG)
  • Doddis La Tradizione, Messina
  • Irrera 1910, Messina*
  • I Segreti del Chiostro, Palermo*
  • Dolcemente Mono, Ragusa
  • La Dolceria, Ragusa
  • Santo Musumeci, Randazzo (CT)*

Per la categoria Pastry Chef, di chi ha il delicato compito di concludere in bellezza un pasto al ristorante, con proposte sfiziose, gustose e in equilibrio con il resto del menu, si aggiudica il podio Fabrizio Fiorani del Duomo di Ragusa. Romano di nascita, ha lasciato presto la Capitale per fare esperienze in alcuni dei migliori ristoranti d’Italia, tra cui il The Cesar dell’hotel La Posta Vecchia a Ladispoli, Il Pellicano a Porto Ercole, l’Enoteca Pinchiorri a Firenze e La Pergola a Roma, poi anche all’estero, Tokyo in primis. Maestro di fama internazionale è oggi in forze al Duomo di Ragusa di Ciccio Sultano con il quale condivide anche l’avventura romana del WRome. Dolci estremamente contemporanei, raffinati e creativi, nati da un’attenta selezione delle materie prime locali.

Condividi su: