Cerca
Close this search box.
Caligola

Storia di un dolce quasi dimenticato: le Maria Stuarda

  • Cucina e storia
maria stuarda dolce siciliano

Forse non tutti sanno che la famosa cucuzzata siciliana viene utilizzata per preparare non solo i tradizionali buccellati ma anche un altro dolce tipico della pasticceria siciliana: le “Maria Stuarda“. Si tratta di dolce cosiddetto “da credenza”, ovvero da conservare nelle tradizionali scatolette di latta e pronto all’uso in caso di ospiti improvvisi o inattesi.

Le Maria Stuarda sono costituite da uno scrigno di frolla che conserva al suo interno una confettura di zucchine, che conferisce un gusto peculiare e inconfondibile.

La storia delle Maria Stuarda

La preparazione di questo dolce risalirebbe al XIX secolo, tipico prevalentemente nei conventi della Sicilia occidentale. Questo, fu originariamente importato dall’Inghilterra, sulla base di un dolce scozzese. A questo dolce è stata, però, apportata qualche modifica. In particolare, sembra che proprio il ripieno originario sia stato sostituito con la confettura di zucchine lunghe, che abbonavano nei monasteri.

Il nome originario del dolce era Queen Mary’s Tart, nato per onorare Mary Stuart, regina di Scozia.

Ingredienti e preparazione delle Maria Stuarda

L’ingrediente base delle Maria Stuarda è una pasta frolla, preparata con lo strutto. Ma il pezzo forte è sicuramente la confettura di zucchine, ottenuta con la tipica zucchina lunga siciliana, per lo più sconosciuta nel resto d’Italia.

Oggi non è semplice trovare questi dolci nelle pasticcerie siciliane, ma potete provare a farli a casa.

Vi serviranno:

  • 500 g farina 00
  • 200 g strutto
  • 800 g zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 50 g latte
  • mezza bustina di vanillina
  • 5 g di ammoniaca per dolci
  • un pizzico di sale
  • 1 kg di zucchine lunghe verdi
  • il succo di mezzo limone
  • zucchero a velo

Iniziate versando la farina setacciata a fontana su una spianatoia. Aggiungete lo zucchero, l’ammoniaca, il sale, la mezza bustina di vanillina, lo strutto sminuzzato e l’uovo e iniziate ad impastare, incorporando il latte un po’ alla volta. Continuate ad impastare fino ad ottenere una pasta liscia e compatta. Dare la forma di una palla, avvolgetela con pellicola e lasciatela riposare in frigo per almeno 30 minuti.

Intanto dedicatevi alla preparazione della confettura di zucchine. Mondate le zucchine, tagliatele a pezzi ed eliminate eventuali semi. Mettetele in una pentola colma d’acqua e portare a bollore. Fate cuocere le zucchine fino a quando non diventeranno tenere (ci vorranno circa 5 minuti). Una volta cotte, lasciate la zucchine in uno scolapasta fino a quando non avranno eliminato tutta l’acqua.

Trascorso questo tempo, rimettete le zucchine in una pentola insieme al succo di limone e allo zucchero, avendo cura di mescolare con una certa frequenza. Una volta che il composto tenderà a staccarsi dalle pareti della pentola, toglietelo dal fuoco e lasciatelo intiepidire.

Riprendete la frolla, stendetela su un piano di lavoro e ricavate delle forme rotonde. Inseritile all’interno di stampini precedentemente imburrati e infarinati e aggiungete un cucchiaio abbondante di confettura di zucchine. Terminare aggiungendo delle losanghe di pasta frolla su ciascuno stampo, formando la griglia tradizionale delle crostate.

Infornate in forno preriscaldato a 180° C e cuocere per circa 45 minuti. Sfornate e lasciate intiepidire le Maria Stuarda a temperatura ambiente e infine spolverizzatele con zucchero a velo.

Condividi su: